Nuovo bando regionale per il potenziamento produttivo delle aree svantaggiate

La Regione mette a disposizione 2,5 milioni di euro per le imprese delle aree più svantaggiate della Liguria, da utilizzare per il potenziamento produttivo.

 

Gli investimenti riguarderanno la creazione di nuovi stabilimenti o l'ampliamento e l'ammodernamento di unità produttive già esistenti. Il bando prevede una concessione di agevolazioni, sul totale dell'investimento, nella misura del 10% per le grandi imprese, del 20% per le medie imprese e del 30% per le piccole imprese. L'agevolazione sarà erogata per il 50% sotto forma di prestito rimborsabile a tasso 0,5 e per il 50% come contributo a fondo perduto. "Il perdurare della crisi economica – spiega l'assessore Guccinelli – sta provocando un forte rallentamento dell'economia reale con gravi ripercussioni su imprese e occupazione e richiede l'attivazione di specifiche azioni di sostegno agli investimenti produttivi e per la creazione di posti di lavoro, soprattutto nelle aree più svantaggiate della regione. Il bando servirà per contenere gli effetti della crisi e riequilibrare le disparità territoriali".

Le domande di agevolazione potranno essere presentate a Filse dal 1 giugno al 15 luglio di quest'anno.

In allegato il testo della delibera approvata dalla Giunta il 19 aprile e il relativo Bando attuativo sulla Legge Regionale 21 del 2000 annesso.