Progetto Life+ BRAVE

Il 18 ottobre 2011 ha preso il via il progetto LIFE+ BRAVE, coordinato dalla Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento Sant’Anna di Pisa e con i partner ARPA Lombardia, Ambiente Italia, IEFE Bocconi, Confindustria Liguria, IAT-Instituto Andaluz de Tecnologia, CTL-Centro de Tecnologia Limpias, nonché con il supporto di due cofinanziatori Regione Lombardia e Regione Basilicata.

Il progetto si concluderà nel dicembre del 2014. Il budget totale sulle attività previste dal parternariato è di 2,219,679.00 € con un contributo comunitario pari al 50% (1,109,840.00 €).

 

Questo il sito ufficiale del progetto.


Questa esperienza triennale è volta a sostenere la completa integrazione dell'EMAS, e di altri marchi volontari, nella legislazione ambientale dell’Unione Europea.
L’idea progettuale si sviluppa a partire da alcune considerazioni sull’insufficiente integrazione di EMAS nelle norme europee e nazionali/regionali e sui vari ostacoli che ne limitano la diffusione, soprattutto tra le PMI: gli studi effettuati evidenziano una scarsità di incentivi pubblici e di riscontri di mercato, la difficoltà nella conoscenza della normativa ambientale cui conformarsi, il costo di implementazione e mantenimento, lo scarto (presente prevalentemente nelle Microimprese e nelle PMI) tra una gestione “ordinaria” e la gestione “evoluta” necessaria per ottenere la registrazione EMAS.
 

 

Il progetto prevede in prima istanza l’analisi di Direttive europee e procedimenti autorizzativi e amministrativi a livello nazionale e regionale, la definizione di proposte di semplificazione amministrativo-normativa per le organizzazioni EMAS e l’elaborazione di nuove soluzioni.
 

Si effettuerà poi una sperimentazione sul campo, cui seguirà lo sviluppo e l’attuazione di atti normativi (es.: modifiche alla legislazione regionale vigente) e di strumenti procedurali per realizzare alcune delle misure valutate come più promettenti.


Infine, oltre alle proposte di nuove normative e di modifica della normativa esistente, il progetto produrrà uno strumento di guida per la EMAS-based better regulation e regulatory relief indirizzato a diversi livelli istituzionali e impegnerà risorse per la diffusione dei risultati e la promozione di EMAS.