Salta al contenuto principale

Formazione: 2,5 milioni di euro dalla Regione per potenziare gli ITS liguri

entry image

Ammontano a 2,5 milioni di euro le risorse stanziate dalla Giunta regionale con DGR n. 560 del 6 giugno 2024, su proposta dell’assessore alla Formazione, per finanziare nuovi percorsi di Istruzione Tecnologica Superiore (Its).

Le risorse, a valere sul Fondo Sociale Europeo+ 2021-2027, hanno l’obiettivo di potenziare e ampliare l’alta formazione professionalizzante che, in Liguria, per oltre il 90% degli iscritti è sinonimo di lavoro una volta terminati i corsi.

I 2,5 milioni di euro suddetti andranno ad aggiungersi agli oltre 20,4 derivanti dal Pnrr per il triennio 2023/2026 e ai circa 1,4 derivanti dal Fondo nazionale dedicato agli Its.

In totale, dunque, le sei Its Academy della Liguria avranno a disposizione circa 10,8 milioni di euro per il solo anno in corso.

Nel dettaglio, con i 2,5 milioni di euro stanziati viene aperto ufficialmente un invito/avviso, rivolto alle 6 Academy presenti in Liguria, a presentare percorsi Its.

Lo scopo è quello di riuscirne a finanziare almeno otto nuovi inserendo nei percorsi formativi 180 giovani.

Gli obiettivi specifici dell’avviso sono:

-assicurare una maggiore stabilità e qualità all’offerta formativa tecnologica superiore,

-potenziare e innovare l’offerta formativa degli Its Academy,

-assicurare una sempre maggiore connessione e corrispondenza con i fabbisogni di ricerca e innovazione espressi dalle imprese,

-permettere alle persone di ottenere competenze altamente qualificate e specializzate nonché abilitanti per un mondo del lavoro in continuo cambiamento

-sostenere e agevolare il passaggio dei giovani dall' istruzione al mondo del lavoro attraverso l’acquisizione di esperienze concrete e un bagaglio di conoscenze immediatamente riconoscibili e spendibili negli ambienti del tessuto produttivo, garantire un'offerta di formazione terziaria non universitaria in grado, quindi, di fornire la copertura del fabbisogno su tutto il territorio ligure sia in termini di presenza nelle varie zone che in base alle necessità dei settori economici e professionali significativi della Regione.

In allegato la DGR n.560 del 6 giugno 2024

Allegati:

deliberazione_della_giunta_regionale_n_560_del_6_giugno_2024.pdf